Image Alt

Terrecotte del Sole

matrangela

Matrangela, un culto ancestrale

La Matrangela, letteralmente “la madre degli angeli”, è una statuina tipica della tradizione ceramistica stefanese, una figura femminile alata con funzione specifica di lumiera o porta candele. Ma da dove viene e qual è il suo vero significato ?

Un culto antichissimo

La Matrangela è un retaggio simbolico ancestrale, una figura femminile che si ricollega direttamente al culto della Grande Madre. Un culto sopravvissuto per secoli in Sicilia, e tramandato a Santo Stefano di Camastra, nella produzione ceramistica, fino ai giorni nostri.

La statuetta di forma antropomorfa e alata, anticamente denominata “pupa cu l’ali” (bambola con le ali), viene in seguito ribattezzata Matrangela.

Risalente circa alla fine dell’ottocento, inizi del novecento, la Matrangela è ricca di elementi decorativi e quasi sempre smaltata a tinte unite, soprattutto, e non a caso, in bianco candido. Ancora oggi, le ricche decorazioni e le fantasiose applicazioni rendono la Matrangela uno degli oggetti più tipici e rinomati dell’artigianato di Santo Stefano Di Camastra.

Nell’Ottocento, era usanza diffusa regalare la Matrangela alle donne appena sposate come simbolico augurio di fecondità e abbondanza. Un significato di fertilità e maternità che si ritrova in molte tradizioni antichissime come quelle delle Matres Matutae, testimoniate dai reperti conservati nel Museo Provinciale Campano di Capua. Un culto locale di cui si hanno testimonianze dal VI al I secolo a.C..

La Matrangela odierna riprodotta dagli artigiani stefanesi è un simbolo di serenità e prosperità e riempie idealmente di luce la casa, che protegge e guida. E’ proprio in virtù del suo ingente patrimonio simbolico che la si associa immancabilmente alla funzione di portacandele e rimane tutt’oggi un omaggio molto significativo per la tradizione locale.

La Matrangela è state recentemente citata in alcune opere letterarie, come ad esempio nel romanzo Viola Foscari scritto da Tea Ranno ed edito da Mondadori, di cui citiamo un passo:

” Che bella damina ” gli disse.
” Non è una damina ” la corresse lui, “ma una Matrangela, la Madre degli Angeli ”
Si dice che quando entra in una casa, insieme a lei arrivano l’abbondanza e la pace.

 

Post a Comment

Dal paese delle ceramiche siciliane per eccellenza, Santo Stefano di Camastra, una storia fatta di tradizione, di passione, di cultura, di innovazione.